freeride snowboard

Freeride snowboard

Anche se non siete dei grandi appassionati della tavola e state muovendo i primi passi nel mondo dello snow vi sarà sicuramente già capitato di vedere dei filmati pazzeschi in cui snbowboarder, all'apparenza completamente folli, si gettano in discese libere mozzafiato lungo pendii, canali e versanti ripidissimi di montagne. Bene quello è ciò che nello snow in gergo tecnico si chiama freeride ovvero una discesa libera in neve fresca il più delle volte caratterizzata da forti elementi di rischio come salti, sassi e pericolo di slavine.

Ovviamente come in tutte le discipline esistono diversi tipi di freeride e si va da quello più tranquillo a quello più estremo a seconda della predisposizione, dei gusti e delle capacità. Lo snowboard freeride ha comunque alcuni elementi in comune sia che si facciano dei canali pazzeschi sia che si scenda su un classico panettone.

La ricerca di polvere, pendenze, salti e neve fresca accomuna tutte le tipologie di freerider, dai più tranquilli ai più spericolati.

Questa disciplina infatti consiste nella ricerca della libertà di discesa, come dice il nome stesso. Nel freeride snow si cercano dei versanti di montagne dove innanzitutto la neve è powder, polverosa, e inoltre possibilmente dove non è ancora sceso nessuno.

La ricerca di questi posti avviene quasi sempre attraverso camminate o avvicinamenti con ciaspole o splitboard a meno che non si utilizzi l'eliski, ovvero a meno che non si raggiungano le cime delle montagne con l'elicottero. Questa pratica non è sempre permessa ed in diverse zone è vietata a causa del disturbo che creano gli elicottero durante il volo.

Freeride snowboard

Xcman Freeride sci & snowboard, base in plastica raschietto 4 mm spessore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,04€


Come fare freeride

freeride Lo snowboard freeride è un'attività tutt'altro che banale e si capisce subito che per poterla praticare ci vuole testa, preparazione e un'ottima conoscenza dell'ambiente di montagna. Soprattutto per praticare freeride serve conoscere bene la nivologia, la geografia dei luoghi dove vogliamo andare e le caratteristiche dei versanti che vogliamo scendere.

Prima di avventurarsi in discese improvvisate che possono risultare pericolose sarebbe ideale conoscere meglio le montagne che ci interessano con qualcuno esperto della zona, che conosce bene gli accumuli ed i distacchi più frequenti in determinate zone, oltre ovviamente alla tecnica ed a tutte le fondamentali nozioni per la sicurezza e la prevenzione dei distacchi valanghivi.

La sicurezza, in quest'attività come in tutte le attività di outdoor dove ci sono dei rischi elevati, è la prima cosa da tenere in considerazione e questo punto è fondamentale per ridurre al minimo i rischi.

La prima cosa da controllare prima di fare freeride è il bollettino nivometereologico, una fonte sicura in grado di darci un'idea sul pericolo valanghe e sulla reale ed effettiva probabilità di distacchi nella zona che ci interessa. Per conoscere meglio come leggere il bollettino e come comportarsi di conseguenza servirebbe un approfondimento molto lungo e se non siete informati su queste cose vi invitiamo a leggere prima possibile dei libri o a seguire un corso con una guida alpina.

Un altro aspetto da tenere in considerazione, in questa come in tutti gli altri sport di outdoor, sono le condizioni metereologiche. Valutate sempre le condizioni meteo e relazionatele in base al tipo di uscita che avete intenzione di fare prima di decidere se e dove andare.

Soleader picchetti da tenda picchetti 23 cm alluminio resistente per alpinismo campeggio all' aperto, confezione da 10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,06€


freeride snowboard: L'attrezzatura per fare snowboard freeride

Oltre al buon senso, alle conoscenze tecniche e alla preparazione scrupolosa dell'uscita, per fare freeride serve anche dell'attrezzatura specifica. Oltre all'attrezzatura di base che si utilizza per snowboard, per questa disciplina servono dei dispositivi indispensabili per la sicurezza sia per la salita che per l'eventuale rischio di valanghe.

Per il rischio valanghe servono i soliti accessori ovvero arva, pala e sonda. Per la sicurezza in salita invece servono attrezzi da alpinismo come picozza, corda, imbrago, ramponi e racchette ma il tipo di accessori varia in funzione della difficoltà e del tipo di salita.

Ovviamente non devono mancare anche tutti quegli attrezzi che si utilizzano durante le uscite come zaino, guanti, telo termico, doppio strato e tutti gli indumenti che possono tornare utili per un'uscita di diverse ore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO