Pelli di foca senza colla

Pelli di foca senza colla

Il mondo dello sci alpinismo si Ŕ evoluto tantissimo negli ultimi anni e questa frase non Ŕ sicuramente la prima volta che la diciamo o che la sentiamo dire. Le pelli di foca senza colla rappresentano un altro incredibile passo avanti nella tecnologia di questo sport.

Gli sci, gli scarponi, gli attacchi e ovviamente l'abbigliamento da sci alpinismo hanno subito anno dopo anno un'intensa evoluzione. Le pelli sono invece uno degli elementi che Ŕ cambiato di meno negli ultimi anni e le pelli di foca senza colla, o pelli di foca gecko rappresentano una delle pi¨ grandi novitÓ degli ultimi anni.

Le pelli di foca gecko vengono chiamate in questo modo perchŔ il primo modello di pelli senza colla commercializzato si chiamava proprio cosý. La ditta Ŕ stata assorbita negli ultimi anni dalla Ski Trab ed adesso Ŕ la casa di sci bormina a produrre e commercializzare queste pelli speciali. Il loro mercato Ŕ in continua espansione, specialmente nel mondo dello sci alpinismo touring ed i motivi di questo successo sono numerosi...ma noi vogliamo prima parlarvi dei difetti iniziali di queste pelli che sono stati col tempo corretti.

pelli di foca geko

Pomoca - POMOCA - Colle Peaux - GLUE TUBE 75g Blanc

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€
(Risparmi 4€)


Pelli di foca gecko

I primi modelli di pelli di foca senza colla, come le pelli di foca gecko, hanno iniziato a prendere piede intorno al 2010 nel mondo dello sci alpinismo, quando gli skialper pi¨ sperimentali hanno deciso di provare questo tipo di pelli molto originale. La mancanza della colla su queste pelli viene sostituita da uno strato siliconico che aderisce perfettamente con le sue molecole alla soletta dello sci. La soletta chiaramente deve essere pulita e la pelle non deve avere su di se tracce di neve per potersi attaccare in maniera ottimale.

Nel mondo touring queste pelli hanno trovato molti pareri favorevoli mentre nel mondo sci alpinismo race sono state scartate quasi subito. Uno dei problemi principali che avevano era legato al ripellaggio. In pratica le pelli senza colla tenevano bene quando venivano messe con calma a casa ma in una uscita di 2 o 3 salite giÓ alla seconda salita iniziavano a dare i primi problemi. Le prime gecko inoltre, ovvero le pelli prodotte dalla austriaca MP Sports, a parere di molti lasciavano una sostanza oleosa sulla soletta che rendeva impossibile attaccare le normali pelli di foca con la colla. La colla infatti non riusciva ad attaccarsi alla soletta perchŔ troppo unta.

Nonostante questi piccoli problemi tecnici si trattava comunque di un prodotto valido per altri punti di vista, come per esempio per la leggerezza della pelle e per il pelo in mohair dotato di un'ottima tenuta. La scorrevolezza non era sicuramente delle migliori ma nel complesso c'era un buon compromesso considerando la tenuta.

  • Pelli di foca Pomoca Pomoca Ŕ uno dei marchi leader nel settore delle pelli di foca, una ditta che praticamente ogni anno esce con delle novitÓ che sono quasi sempre apprezzate da tutte le diverse tipologie di sci alpinis...
  • Pomoca tip on Le pelli senza colla sono da qualche anno una delle novitÓ pi¨ interessanti per quel che riguarda le pelli di foca da sci alpinismo. Prima con le gecko, poi con le ski trab, le fisher ed altri marchi ...


Le pelli di foca senza colla Ski Trab

pelli di foca senza colla Ski Trab Vista la novitÓ interessante e anche il crescente interesse dei consumatori verso questo prodotto quantomeno innovativo, la famosissima ditta di Bormio Ski Trab ha deciso di produrre e commercializzare delle pelli di foca senza colla. L'obiettivvo della Trab era quello di realizzare delle pelli che fossero in grado di correggere i difetti dei precedenti modelli e possibilmente di migliorarle.

Il risultato sono state queste pelli siliconiche realizzate con pelo arancio in mohair ed in grado di attaccarsi in maniera ottimale anche al secondo od al terzo ripellaggio. Il prezzo di queste pelli Ŕ sicuramente pi¨ alto rispetto a quello di un normale paio di pelli ma la comoditÓ Ŕ impagabile.


Pelli Colltex CT 40

Pelli Colltex CT 40 Un altro modello di pelle di foca senza colla molto interessante sono le pelli della casa svizzera Colltex. Queste pelli si chiamano Colltex CT 40 e sono dotato di uno strato adesivo realizzato in silicone, mentre il pelo di queste pelli Ŕ mohair al 100%.

Le pelli Colltex CT 40 vengono vendute sia nella versione pelle dritta con una larghezza variabile dai 60 ai 90 mm, sia nella versione da sagomare con larghezza variabile 100-140 mm. Questa seconda larghezza Ŕ ovviamente dedicata a chi pratica free ride ed a tutti quelli che hanno sci molto larghi con sciancrature accentuate.

Fra i vantaggi di questo paio di pelli c'Ŕ sicuramente alle spalle l'esperienza e la qualitÓ di una casa come la Colltex, presente da anni sul mercato ma fate attenzione ad una particolaritÓ di queste pelli che dovete assolutamente ricordare. Quando togliete e piegate le Colltex CT 40 ricordatevi di non sovrapporle assolutamente: ripiegate ciascuna pelle sopra l'apposita retina altrimenti incollando le due pelli potreste rovinare lo strato adesivo.


Pelli High Trail Evotec

Pelli High Trail Evotec Molto probabilmente non avrete quasi mai visto o sentito parlare delle pelli di foca High Trail, un marchio svizzero nato nel 2015 che produce delle pelli di fascia media sia in mohair che in mix. Uno dei prodotti pi¨ interessanti di questo marchio sono senza dubbio le pelli di foca senza colla Evotec, anch'esse capaci di aderire alla soletta dello sci grazie ad uno strato di silicone al posto della colla. Il pelo di queste pelli Ŕ realizzato 65% mohair e 35% nylon, composizione che dona un'ottima durabilitÓ alle pelli che tendono a rovinarsi pi¨ lentamente.

Pelli di foca vendute in varie larghezze disponibili sino a 160 mm, le High Trail sono disponibili in tagli da 180 e 190 cm e vanno sagomate una volta arrivate a casa in base al tipo di sciancratura del nostro sci. Per quest'operazione vi consigliamo numerosi video dettagliati che potete trovare in rete.


Pelli di foca a ventosa

Kohla Vacuum Base Cambiando genere e tecnica di adesione ma restando sempre nella categoria delle pelli di foca senza colla non potevamo non parlare della Kohla Vacuum Base. Questa pelle di foca prodotta in Austria a differenza del silicone sfrutta un effetto ventosa per aderire alle solette degli sci. Le pelli di foca hanno infatti delle molecole sul lato della pelle che restano attaccate a mo' di ventosa grazie al peso esercitato dallo sci e dallo sci alpinista. Sul sito della Kohla potrete vedere queste pelli molto particolari, disponibili in un pelo composto al 65% da mohair e 35% da nylon. Le pelli possono essere acquistate in varie lunghezze dai 149 ai 190 cm.


Pelli V÷lkl Universal Vacuum

Pelli V÷lkl Universal Vacuum Sempre restando nella categoria delle pelli senza colla a ventosa dobbiamo per forza parlare di un altro interessante modello prodotto dalla casa austriaca V÷lkl.

Il principio ed il meccanismo grazie al quale funzionano queste pelli Ŕ lo stesso, ovvero il vuoto che crea la pelle quando viene compressa sotto lo sci dal peso dello sci alpinista grazie ad uno strato particolare realizzato con molecole speciali posizionato al posto del normale strato di colla.

Le pelli senza colla Universal Vacuum di V÷lkl sono disponibili con pelo composto da mohair al 65% e nylon al 35% e si trovano con larghezza fissa di 130 mme altezza variabile da 149 a 186 cm. Anche queste pelli sono quindi da regolare e sciancrare in base alla forma del proprio sci una volta acquistate.


Pomoca race pro

Pomoca race pro Un altro modello molto interessante per le pelli di foca senza colla sono le Pomoca race pro, pelli che sfruttano un polimero particolare sulla parte inferiore che non rende necessario l'utilizzo della colla. La tenuta Ŕ ottima in qualsiasi occasione e le pelli sono utilizzabili anche in combinazione con le classiche pelli di foca con la colla.

Si tratta di una pelle di foca race con il pelo uguale a quello della pomoca race pro. La rigiditÓ tuttavia Ŕ leggermente superiore rispetto alla omologa pelle con la colla.




COMMENTI SULL' ARTICOLO