Canyoning trentino

Canyoning trentino: divertimento e contatto con la natura

Gli amanti del canyoning, o torrentismo, possono trovare in Trentino gli ambienti adatti per praticare questo sport che, oltre ad essere molto divertente, consente un contatto molto ravvicinato con la natura.

Luoghi altrimenti inaccessibili possono essere raggiunti grazie alla pratica del canyoning: lo sport infatti consiste nella discesa di gole molto strette (canyon) e di forre, di solito percorse da piccoli torrenti, in una girandola di emozioni da vivere con il cuore in gola.

La discesa avviene a piedi, senza l'ausilio di canoe o di gommoni, ma con quello di corde, per cui il corpo di chi si cimenta nel canyoning è sottoposto a molteplici sollecitazioni, salti nel vuoto e ... tuffi!

Le migliori mete per il canyoning trentino si trovano lungo il corso del torrente Palvico, del Rio Nero, del Vajo dell'Orsa e nel Breg Canyon e, in generale, nell'area trentina del lago di Garda.

Il canyoning in Trentino regala emozioni e divertimento

CANYON GUIDE BESTARD SCARPA TORRENTISMO (43 1/4)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 177,9€


Elementi essenziali, materiali ed abbigliamento del canyoning

Il canyoning è uno sport che viene spesso associato all'acqua. Tuttavia, anche se la presenza di torrenti caratterizza, e rende ulteriormente divertente questo sport, essa non ne rappresenta l'elemento distintivo principale.

Piuttosto è nelle gole strette e profonde, ed anche nel fatto che un percorso di torrentismo consiste in una disarrampicata (ossia discesa verso il basso), che risiede l'essenza del canyoning.

Per quanto riguarda il materiale e l'abbigliamento, essi derivano da quelli usati per discipline differenti, con le quali il canyoning mantiene una similitudine, quali l'arrampicata, la speleologia, e così via.

In generale, per praticare il canyoning occorrono: un caschetto da alpinismo; muta e calzari in neoprene, in caso di presenza di acqua; un discensore, cioè uno strumento che consente la discesa su corda (semplice o doppia); corde specifiche idrorepellenti, con moschettoni ed imbrago cosciale; scarponcini, o comunque calzature, da alpinismo; ed infine, opzionalmente, zaino, giubbotto salvagente e guanti.

  • Canyoning Il canyoning, conosciuto anche con il termine italiano torrentismo, è un'attività molto avventurosa che consiste nel discendere torrent, gole, forre e cascate d'acqua utilizzando un abbigliamento e un...
  • Un tuffo conclude spesso i percorsi di canyoning Il canyoning, uno sport allo stesso tempo estremo e divertente, consente un contatto con la natura che poche altre attività permettono.I canyons, cioè le strette gole, scavate nei secoli dall'acqua ...
  • Rafting Il rafting è stato ufficialmente riconosciuto dal C.O.N.I., come pratica sportiva, nel giugno 2010. Il punto di riferimento per tutti i praticanti di questa singolare disciplina è la Federazione Itali...
  • Una disarrampicata in un ambiente naturale unico Il canyonig è considerato uno sport estremo e, per questo, non privo di una indubbia pericolosità: in generale, però, può essere praticato in tutta sicurezza a patto di ricorrere all'accompagnamento d...

Canyoning nella Alpi Occidentali. 69 itinerari in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,58€
(Risparmi 8,92€)


Canyoning in trentino: come praticarlo in sicurezza

La pratica del canyoning in gruppo è più divertente e sicura Il canyoning è uno sport molto divertente, ma potenzialmente pericoloso.

Per questo motivo viene praticato sempre in piccoli gruppi all'interno dei quali deve necessariamente essere presente almeno un esperto del settore, se non addirittura una guida autorizzata.

Esistono in Trentino delle associazioni sportive specializzate per la pratica di sport di montagna che offrono i loro servizi di guida per i percorsi di canyoning a prezzi accessibili.

Fra i percorsi più conosciuti ci sono quelli del canyoning del Palvico oppure delle Dolomiti del Brenta. In Trentino praticare il canyoning vuol dire avere un contatto molto forte con la natura e, soprattutto, con l'acqua.

Grazie ai servizi di questi centri sportivi è possibile praticare il canyoning trentino in sicurezza. Uno dei pericoli più comuni nel torrentismo è quello di non saper valutare le eventuali piene improvvise (flash flood) dei fiumi.


A chi è necessario rivolgersi per praticare il canyoning trentino

La diffusione del canyoning è divenuta ormai tale che i servizi di organizzazione dei percorsi guidati sono spesso offerti da associazioni, centri sportivi, agenzie di viaggio, e così via. Tuttavia l'accompagnamento di persone in canyon è attualmente, per legge, di competenza di guide alpine abilitate, con le quali qualsiasi organizzatore deve necessariamente prendere contatti al fine di garantire la sicurezza dei partecipanti.

Un'associazione di riferimento privilegiata al riguardo è l'AIC, cioè l'associazione italiana canyoning.

I percorsi di canyoning in Trentino sono molti, soprattutto in riferimento all'area trentina del Lago di Garda, così ricca di torrenti e, naturalmente, degli ostacoli naturali (ma forse è meglio definirli elementi essenziali) adatti al canyoning, e cioè principalmente le profonde gole scavate nella roccia, cioè i canyons: dai più semplici, come quelli di una parte del canyon Vione, fino a quelli più difficili e consigliati solo ad esperti, come il canyon Rio Nero.




COMMENTI SULL' ARTICOLO