Vacanze in bicicletta

Le vacanze in bicicletta

Sembra tutto scontato quando si intende andare in vacanza: organizziamo il viaggio in aereo o prendiamo la macchina, soprattutto se ci vogliamo recare in luoghi non particolarmente distanti.

Ma perché non pensare ad un'altra alternativa? Perché non optare per delle vacanze in bicicletta?

Certo, viaggiare in bici non è così comodo come viaggiare in auto o in moto, ma le sensazioni che scaturiscono dall'effettuare un itinerario pedalando sono ben diverse e più profonde di quelle che si avvertono viaggiando con un altro mezzo di trasporto.

Percorrere lentamente delle stradine di montagna sterrate, passare nelle prossimità di un bosco o di un lago, sentire il profumo della natura o semplicemente il poter osservare un paesaggio con tranquillità ed in tutta la sua bellezza è completamente diverso quando lo si fa pedalando.

Il cicloturismo, infatti, come viene denominato, permette di stringere un contatto diretto con la natura, con gli abitanti del luogo che si va a visitare e con gli stessi compagni di viaggio.

Le vacanze in bicicletta

Cicloturismo per tutti. Come organizzare una vacanza in bicicletta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€
(Risparmi 2,1€)


Come organizzarsi per le vacanze in bicicletta

Sono tante le cose alle quali si deve pensare quando si decide di andare in vacanze in bicicletta.

Innanzitutto è necessario individuare una destinazione ideale, possibilmente dove non ci siano problemi di pesanti e ricorrenti precipitazioni e poi organizzarsi con tutto il resto.

Cosa portare? Cosa è indispensabile e cosa si può, invece, lasciare a casa perché troppo ingombrante, pesante e quanto altro.

Gli esperti in questo campo sapranno di sicuro di che cosa si deve essere muniti nel caso in cui si programmi una vacanza simile, ma per i meno esperti sarebbe, forse, il caso di fare una lista.

Innanzitutto verifichiamo che gli elementi essenziali della bici siano a posto.

Primo fra tutti, le luci. Importante controllare che siano visibili e perfettamente funzionanti per ragioni di sicurezza e che il casco di protezione sia intatto.

Ed ancora: un seggiolino per bimbi, a norma, qualora si decida di viaggiare con il figlio; un impermeabile, per l'imprevedibile pioggia; acqua e bibite a base di sali minerali, anche se durante la pedalata avremmo modo di acquistarne altri; viveri (lo strettamente necessario) e crema di protezione solare, per citarne alcuni.

    Il cammino di Santiago in bicicletta

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,75€
    (Risparmi 2,25€)


    Consigli pratici su come organizzare le vacanze in bicicletta

    pedalare Dopo aver controllato che tutto sia in ordine con la bicicletta, occupiamoci di altro.

    Come prima cosa è fondamentale studiare alla perfezione l'itinerario che si vuole percorrere: la tipologia di strade da attraversare, se in montagna o in pianura, se in prossimità di villaggi o cittadine, se si ha facile accesso ad una stazione ferroviaria o dell'autobus.

    Si, proprio così, perché se si è alle prime armi e la stanchezza ci attanaglia si può ricorrere ad uno spostamento alternativo, con un mezzo di trasporto pubblico che ci porterà, sani e salvi, in hotel o a casa.

    Per quanto concerne il bagaglio da portare con sé, cerchiamo di limitarci alle cose essenziali e di non renderlo pesante. È pur vero che potremmo distribuirlo un po' sul davanti, un po' dietro il sellino o lateralmente, se lo riteniamo indispensabile, ma meno peso avremo, meno difficoltosi saranno i vari spostamenti.

    Ed infine non dimentichiamo la buona e vecchia mappa cartacea: facile da portare con sé e pratica da mettere via.


    Vacanze in bicicletta: Italia: Paese da ammirare in bicicletta

    Nonostante nella nostra bella penisola non esista una vera e propria rete ciclabile che la percorra in lungo e largo, da nord a sud o da occidente ad oriente, esistono varie alternative per poterne apprezzare paesaggi, viste, natura, cittadine, monumenti e così via.

    La cosa migliore da fare: decidere quale regione si intende visitare, mentre si aspettano le tanto attese vacanze in bicicletta ed, una volta individuata la destinazione, verificare quali sono i percorsi più suggestivi, sicuri e meno trafficati.

    In ogni regione italiana esistono degli itinerari specifici, suggeriti da amanti della bici, percorsi da professionisti, ma anche da ciclisti alle prime armi.

    Basti citare, per fare qualche esempio: il percorso ciclabile che porta dal Lago di Garda al mare, fiancheggiando il Mincio ed il Po e raggiungendo due delle città considerate perle del Rinascimento, ossia Ferrara e Mantova; la pista che da Lecco conduce a Milano, passando lungo l'Adda ed ancora l'itinerario ciclabile sardo che da Alghero conduce attraverso la costa settentrionale ed orientale fino a Cala Gonone.

    Per non parlare dei moltissimi percorsi di cicloturismo che si possono effettuare nel resto d'Europa.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO