Cosa fare quando si hanno le mani gelate

Come prevenire i geloni alle mani

Come prevenire i geloni? Questa è la domanda ricorrente di tutti coloro che soffrono di tale fastidio che, in particolare nei mesi invernali, rende la quotidianità molto difficile. I geloni sono una infiammazione, localizzata in genere nell'area delle mani o dei piedi, causata dalle temperature fredde o dagli sbalzi di temperatura che comporta gonfiore, dolore e, in taluni casi anche prurito.

I tessuti, a contatto con il freddo eccessivo, si infiammano, e il gonfiore rende i movimenti più lenti ed impacciati. Alcuni soggetti, con una circolazione sanguigna che tende a rallentare nelle estremità, sono più predisposti, altri invece, durante tutto il corso della vita non ne soffrono mai.

La prevenzione dei geloni è possibile, occorre indossare quando si esce i guanti, non quelli classici in lana, belli da vedere ma non caldi a sufficienza, ma quei modelli realizzati in tessuto tecnico, utilizzati anche per lo sci, che riescono a trattenere maggiormente il calore. Inoltre, quando si rientra in casa con le mani gelate, è necessario evitare di porle immediatamente su una fonte di calore in quanto lo sbalzo di temperatura eccessivo favorisce l'infiammazione.

Geloni alle mani

Salewa Puez Tullen Dst M Pnt Pantalone, Uomo, Grigio, 48/M

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,95€
(Risparmi 32,05€)


Come accorgersi dei geloni

Come accorgersi dei geloni? Accorgersi dei geloni è molto semplice, innanzitutto le mani o i piedi assumono una colorazione diversa, tendente al rosso, secondariamente, la pelle gonfiandosi diventa più lucida. Le mani con i geloni non riescono ad avere una presa forte e ogni urto risulta fastidioso. Nei casi più gravi l'infiammazione è anche pruriginosa, soprattutto quando si passa rapidamente da ambienti caldi ad ambienti più freddi. La medicina naturale prevede numerosi rimedi per questo tipo di patologia, sfruttando i benefici degli olii essenziali che riescono ad attenuare le sensazioni dolorose ripristinando, entro breve tempo, la normale funzionalità dei tessuti.

Un suggerimento utile è quello di portare a bollore dei rametti di timo, alloro e rosmarino, lasciandoli riposare per qualche ora, dopo di che, con dei batuffoli di cotone, è possibile applicare una sorta di bendaggio sulle mani o sui piedi con i geloni, aspettando per qualche istante.

Un altro metodo efficace per i geloni è quello di strofinare delle fettine di limone sull'area interessata, il limone ha infatti grandi proprietà antisettiche e antibatteriche che contribuiscono ad accelerare la guarigione definitiva.

    NOVITÀ! 1 paia Paria Nordic Walking con occhielli in duralluminio antishock sistema venduto da SchwabMarken

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€


    Cosa sono i geloni

    Geloni ai piedi I geloni sono una manifestazione infiammatoria, generalmente a carico di mani e piedi, provocata dal freddo o dai repentini sbalzi di temperatura. Il fastidio si verifica nei mesi invernali e comporta gonfiore, dolore, rossore e prurito. La pelle ed i tessuti molli, a contatto diretto con il freddo estremo rispondono in maniera negativa, provocando un'infiammazione. Oltre ad essere un vero inestetismo, in quanto i geloni modificano il profilo delle mani, rendendole tozze e brutte, si tratta di patologia che rende difficili i lavori manuali.

    Ad esempio, una mano affetta da geloni, a causa dei sintomi, tende a perdere la presa nello svolgere anche le attività più semplici. I soggetti colpiti da tale fastidio sono sia coloro che trascorrono molte ore all'aperto ma anche coloro che maneggiano oggetti freddi oppure che utilizzano costantemente acqua o sono sottoposti ad umidità.

    E' importante proteggere accuratamente le mani con i guanti o, in mancanza, non esporle direttamente ai venti gelidi. Inoltre è consigliabile idratarle con creme emollienti. Con riferimento ai piedi, è bene utilizzare calzature adatte anche agli inverni più rigidi.


    Cosa fare quando si hanno le mani gelate: Cosa fare per evitare il freddo alle mani

    Per capire cosa fare quando si soffre di geloni, occorre capire la gravità dell'infiammazione in quanto, a seconda dello stato dei piedi e delle mani è possibile scegliere la cura più adatta per il problema specifico. Per i casi meno estesi è consigliabile utilizzare prettamente rimedi naturali, cercare di bere molto per favorire la circolazione e rimanere al caldo.

    Per le situazioni più delicate, che vedono un'infiammazione importante, comportante anche dolore e prurito, è consigliabile abbinare anche una terapia farmacologica, sia in via locale, sotto forma di unguenti o pomate, sia in via orale, ossia pastiglie o compresse. Inoltre, per non aggravare la condizione della pelle e dei tessuti è preferibile evitare le correnti d'aria, l'umidità e gli sbalzi eccessivi di freddo e/o calore.

    E' di fondamentale importanza attenersi alle prescizioni mediche perchè per la completa guarigione si richiedono almeno tre o quattro giorni nell'ambito dei quali il paziente deve limitare i momenti all'aperto, di toccare direttamente i caloriferi e di asciugare accuratamente le mani dopo averle bagnate. I guanti costituiscono la barriera ideale per mantenere un benefico tepore costante.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO