Sci freeride

Sci freeride

Freeride significa andare liberi e per quanto riguarda gli sport invernali freeride è un aggettivo che si può dare a qualsiasi attività che si pratica in neve fresca. Lo sci freeride è quindi lo sci che prevede discese su neve non battuta e itinerari che sono lontani da quelli tracciati dai gatti delle nevi e serviti dalle piste.

Volendo essere proprio precisi, negli anni il termine sci freeride è stato sempre più spesso utilizzato per indicare la pratica dello sci fuori pista ma con attrezzatura pesante, utilizzando per risalire le pelli di foca ma più spesso gli impianti di risalita. Esiste anche il freeride fatto con l'elicottero, conosciuto con il nome di heliski, ma si tratta di una pratica costosa e soprattutto vietata in molte regioni italiane per via del grave impatto ambientale che produce il continuo via vai degli elicotteri.

Sci freeride

Sci Freeride Men Vã ¶ Lkl Revolt 124 mm 186 2018, uni, Unisex

Prezzo: in offerta su Amazon a: 407,91€


Sci da free ride

Sci da free ride Come anticipato, per scendere dei pendi in free ride con gli sci, si deve ovviamente raggiungere la sommità di una montagna o di una zona interessante. Per farlo si possono utilizzare gli impianti di risalita, se ci sono, oppure si deve per forza salire con ciaspole o pelli di foca.

L'attrezzatura da free ride, sci, scarponi e attacchi, sono in genere molto pesanti perchè sono pensati e realizzati per massimizzare la qualità ed il divertimento della fase di discesa.

Per questo motivo molti freeriders cercano zone dove con gli impianti di risalita si riescono comunque a raggiungere posti con neve fresca.

La presenza degli impianti permette di lasciarsi un po' andare col peso dei materiali, permettendo cioè di utilizzare attrezzatura pesante senza l'incubo di doverla portare anche in salita.

Quando gli impianti non sono presenti o quando il nostro amore per le montagne incontaminate è superiore alla paura di far fatica, si possono utilizzare sci da free ride più leggeri con attacchi da sci alpinismo.

  • Monte cimone sci Il Monte Cimone sorge a sud della provincia di Modena ed è la vetta più alta dell'Appennino Tosco-Emiliano 2165 mt. Diversi comuni si insediano sulle sue pendici: Sestola, Fiumalbo, Riolunato e Fanano...
  • Sölden Sölden, località di villeggiatura e di sport invernali, 1377 mt e 4300 abitanti (2012), si trova nel distretto di Imst del Tirolo Settentrionale , all'estremità meridionale della Ötztal e in prossimi...
  • Impianti sciistici in svizzera I grandi ghiacciai, le pendici innevate, il sole che riflette la sua luce sulla neve soffice delle piste più belle e alte d'Europa. Questi paradisi non c'è bisogno di averli visti di persona per sape...
  • Imparare a sciare Le piste da sci sono suddivise in diversi livelli a seconda della difficoltà. Queste si possono riconoscere grazie a dei cartelli che riportano colori differenti. Per chi desidera imparare a sciare è ...

Uomo Freeride Ski Line Mr Pollard S Opus 178 2014

Prezzo: in offerta su Amazon a: 427,03€
(Risparmi 231,97€)


Come scegliere uno sci da free ride

scegliere uno sci da free ride Lo sci freeride è divertimento allo stato puro ed anche se bisogna sempre ricordare quanto sia importante la prudenza in montagna, possiamo dire che per chi pratica questo sport massimizzare il godimento della fase di discesa è uno degli aspetti più importanti.

Il galleggiamento e la manovrabilità sono senza dubbio i due aspetti più importanti in uno sci da freeride. Se abbiamo intenzione di montare degli attacchi da sci alpinismo sui nostri sci da freeride ed utilizzare ogni tanto anche le pelli di foca, un terzo aspetto da tenere in considerazione è sicuramente il peso.

Per chi vuole conoscere meglio i materiali e la tecnologia di costruzione dello sci, ci sono due termini che sono da conoscere, anche solo per fare finta di saperne qualcosa con gli amici: camber e rocker.


Camber

Camber Il camber in uno sci da free ride è l'arco di curva che si forma al di sotto della soletta quando noi posizioniamo lo sci su di una superficie perfettamente piatta. A seconda dell'ampiezza di questo arco si determinano diverse caratteristiche dello sci. S individuano infatti un camber positivo, uno piatto ed uno negativo.

In linea di massima si può dire che ad un camber positivo ovvero con concavità verso il basso, corrispondono delle prestazioni di livello dello sci su superfici piatte e su nevi battute e dure.

Camber piatti o negativi sono invece più indicati per nevi fresche o per la ricercatissima polvere. Queste differenza sono determinate dalla ripartizione del peso sullo sci. In un camber positivo quindi in uno sci sollevato con la parte centrale da terra, il nostro peso andrà a scaricarsi sulla parte anteriore e posteriore con un aumento della spigolatura e della precisione dello sci. In un camber piatto o negativo invece il peso del nostro corpo è scaricato centralmente quindi spatole e coda dello sci diventano più scariche e questo assicura un maggiore galleggiamento.




COMMENTI SULL' ARTICOLO