Rivisondoli

Rivisondoli nel comprensorio sciistico dell'Alto Sangro

Rivisondoli è un vero gioiello sui monti abruzzesi, un borgo antico arroccato su uno sperone roccioso, il cui territorio fa parte del Parco Nazionale della Majella, oltre ad essere collocato suggestivamente sull'altopiano delle Cinque Miglia, ai piedi del Monte Calvario.

Il comprensorio sciistico di cui è parte Rivisondoli, insieme a Roccaraso, Pescocostanzo, Barrea e Pescasseroli, è uno dei più importanti di tutta l'Italia centromeridionale, oltre che il più longevo avendo superato i 100 anni di attività: un'immensa ski area con 160 km di piste e 38 impianti di risalita che richiama un grande numero di amanti degli sport invernali. La stessa Rivisondoli è una delle principali stazioni sciistiche di tutto l'Abruzzo e, grazie agli impianti di risalita che si trovano a Montepratello (costituiti da 2 seggiovie, 6 skilift ed una cabinovia ad agganciamento automatico), serve ben 35 km di piste.

Negli anni 60, successivamente all'inaugurazione degli impianti di risalita Rivisondoli-Montepratello, è nata nei pressi degli impianti stessi anche un'attrezzata scuola di sci.

Rivisondoli è una località suggestiva

Giemme articoli promozionali - Crest Esercito 7° Battaglione Trasporti Monte Amiata Prodotto Ufficiale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45€


Impianti sciistici di Rivisondoli-Montepratello

Appena fuori dal paese di Rivisondoli, dopo circa 3 km, vi sono gli impianti sciistici di Montepratello, mentre non distanti sono anche quelli di Pizzalto di Roccaraso e dell'Aremogna. Alcune piste che rientrano fra quelle del comprensorio sciistico dell'Alto Sangro (e di cui gli impianti citati fanno parte) sono omologate per le gare nazionali ed internazionali.

Nell'area specifica di Montepratello è presente una pista rossa (sono rosse le piste di media difficoltà) ed una pista blu (facile), entrambe collegate con la seggiovia Vallone Crete Rosse ed entrambe adatte per gli amanti dello snowboard.

Per il resto, gli appassionati di sci di fondo hanno a disposizione le piste non battute del Piano delle Cinquemiglia, da percorrere anche con le racchette da neve, mentre canaloni ripidi e lunghi rappresentano l'ideale per varie discipline freeride.

Rivisondoli e l'area circostante, quindi, rappresentano un vero paradiso per gli amanti degli sport invernali.

  • sciare a Campo Imperatore La piana di campo Imperatore è la base della stazione sciistica omonima, un luogo dove passare le vacanze e sciare è piacevole, in quanto la neve è sempre abbondanti, e dove 3 impianti per la risalita...
  • cime e i boschi innevati dell'Abetone La storia e la nascita dell'Abetone come meta sciistica ha inizio nei primi anni del 1900, la denominazione del territorio deriverebbe dall'abbattimento di un grosso abete che ostruiva e ostacolava la...
  • Paesaggio con il monte Amiata Situato fra le colline senesi ed il brullo paesaggio maremmano, al confine fra le province di Grosseto e Siena, il monte Amiata ha un aspetto imponente, la cui vetta raggiunge i 1738 metri d’altezza. ...
  • panoramica del Lago di Campofelice Campofelice è sede di importanti e famosi impianti e comprensori sciistici dedicati alle attività invernali sulla neve (tra cui la stazione sciistica omonima), molto frequentati dagli appassionati di ...

Jstel double layer Inverted pinguini Imperatore ombrello Cars Reverse antivento pioggia ombrello per auto per esterni con manico a forma di C

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,48€
(Risparmi 3,53€)


Particolarità storiche e artistiche di Rivisondoli

Case arroccate e viuzze caratterizzano Rivisondoli La maggior parte dei turisti che scelgono Rivisondoli come meta per le proprie vacanze sono sportivi che frequentano questi luoghi per sciare o, comunque, praticare gli sport invernali.

Ma Rivisondoli non esaurisce la propria offerta ai visitatori con il turismo della neve. Il piccolo borgo merita di essere visitato anche per la sua particolare bellezza, le sue stradine strette e chiuse entro la trecentesca cinta muraria. Purtroppo gli eventi della prima guerra mondiale ed il terremoto del 1915 hanno distrutto diverse testimonianze artistiche del passato, ma per fortuna hanno anche risparmiato bellezze architettoniche come la Chiesa di Sant'Anna e quella settecentesca del Suffragio, così come la Porta Antonetta del 400 che consentiva anticamente l'accesso al borgo.

Una menzione particolare merita il Santuario della Madonna di Portella, conosciuta anche come Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, in quanto attira i devoti di tutto l'altopiano delle Cinquemiglia.


Presepe vivente di Rivisondoli

Rivisondoli deve la sua fama, oltreché alla stazione sciistica, anche a quella che è una delle più suggestive rappresentazioni dell'intero Abruzzo ed anche d'Italia: il presepe vivente.

A partire dal lontano 1951, il 5 gennaio di ogni anno prende vita, in un'atmosfera magica, la natività: la vera curiosità di questa manifestazione, che richiama tantissimi visitatori, consiste nel fatto che ad impersonare la figura del bambinello è l'ultimo nato del paese. A volte, visto il basso numero di abitanti di Rivisondoli, si è reso necessario ricorrere a piccoli nati di altri paesi: ad esempio, nel 1933 il gemellaggio con la città di Betlemme ha consentito l'arrivo di un bambinello proprio dalla città natale di Gesù.

A testimonianza della grande tradizione del presepe, a Rivisondoli è presente un Museo dell'Arte Presepiale che raccoglie le collezioni di presepi artistici, oltre ad opere d'arte, anche di artisti famosi, tutte riguardanti la natività.




COMMENTI SULL' ARTICOLO